Guida ganza per lettori smart. Bookcity 2018. Seconda parte

Ovvero: guida semiseria su come sopravvivere a Bookcity e non perdersi gli incontri più ganzi. Seconda parte.

Bookcity, la grande festa milanese degli autori, degli editori ma soprattutto di noi lettori è alle porte.

Giunta alla sua settima edizione, Bookcity 2018 propone un calendario che quest’anno si annuncia davvero ricco di incontri. Nello specifico si parla di oltre 1.450 eventi! Millequattrocentocinquanta? Ma non saranno un po’ troppi? Così mi dicevo mentre consultavo il programma cartaceo: è un enorme faldone delle dimensioni di un lenzuolo!

Ecco quindi la mia guida s-ragionata per non perdersi gli eventi più interessanti di Bookcity 2018. Se voleste dare un’occhiata alla prima parte, questo è il link: http://serial-lover.it/guida-ganza-per-lettori-smart-bookcity-2018-prima-parte/

Partiamo!

Casa Emergency:

Domenica 18 Novembre

ore 16 Il racconto della migrazione nelle nuove forme di comunicazione pubblicitaria. A cura di Paolo Iabichino: tra i più importanti pubblicitari italiani, è stato di recente eletto “comunicatore dell’anno”. Da non perdere.

Cascina Cuccagna:

Venerdì 16 Novembre

ore 16.30 i cibi che ci curano; prevenire o curare alcune comuni patologie attraverso il cibo. Non si mangia, ma fa bene. Buono e utile.

Domenica 18 Novembre

ore 12.30 Vini planetari e dove trovarli. Serve aggiungere altro?

Circolo Filologico Milanese:

Sabato 17 Novembre

ore 12 Ho preso l’influencer. Come “andare in rete” evitando di rimanere impigliati. Una sessione volta ad analizzare il tema dell’utilizzo dei social network come strumento di successo professionale. Nel caso decideste di cambiare mestiere.

Domenica 18 Novembre

ore 15.30 Ombre sulla città, la Milano criminale. Fatti e misfatti di cronaca dal dopoguerra ai giorni nostri. Perché no?

Planetario Civico di Milano:

Sabato 17 Novembre

ore 18.30 Balle spaziali. Una serata al Planetario con Luca Perri per scoprire come la realtà sia spesso molto più affascinante delle nostre fantasie. Finalmente sapremo come fanno pipì gli astronauti.

ore 21 Astrofisica per chi ha poco spazio tempo. Il titolo vale da solo la presenza. E poi c’è (di nuovo!) Marco Malvaldi!

Fondazione Adolfo Pini:

Sabato 17 Novembre

ore 12 professione scrittrice 2.0 (a me interessa; mi rendo conto che è una selezione molto personale)

ore 16 L’amore ma anche l’arte di farsela passare. Con Malika Ayane ed Ester Viola. Sottoscrivo.

Gam. Galleria D’Arte Moderna:

Venerdì 16 Novembre

ore 17 La verità sull’amore e i suoi disastri. Dedicato alle mie amiche.

Sabato 17 Novembre

ore 16.30 La coscienza dell’ansia: Daria Bignardi ci parla delle sue nevrosi. Consolatorio.

Prendiamo un attimo di respiro e poi rituffiamoci negli appuntamenti.

Credit immagine:

ISPI Palazzo Clerici:

Domenica 18 Novembre

ore 14 La geopolitica nell’era Trump: uno sguardo alla politica estera statunitense come lente per capire il mondo.

Istituto dei Ciechi:

Sabato 17 Novembre

ore 14.30 Uccidere per una ricetta: rivalità e crimini tra i fornelli. Ho già l’acquolina in bocca.

Proseguiamo il percorso con La Triennale:

Sabato 17 Novembre

ore 14.30 La decorazione nell’arredamento d’interni. Per una casa meno ostentativa e più accogliente. (Se rinasco vorrei diventare Paola Marella, purtroppo non fa parte di questo incontro)

ore18.30 le Chinatown di Milano, san Francisco e New York. Stefano Boeri e company.

ore 14.30 Il nuovo noir italiano comincia dalle donne. Sembra fatto apposta per me.

Passiamo ora ad argomenti seri presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia:

Venerdì 16 Novembre

ore 16 Diavolo di una particella: la scoperta del bosone di Higgs. Quando la scienza diventa divulgativa e alla portata di tutti è davvero affascinante.

Sabato 17 Novembre

ore 10.30 Luca Perri ci racconta gli epic fail più strambi della scienza. “Non ho fallito, ho solo trovato 10.000 metodi che non hanno funzionato”. Credo l’abbia detto Thomas Edison.

Domenica 18 Novembre

ore 17 Raffaele Morelli spiega come attivare l’energia che ci fa ringiovanire e cogliere i doni dell’età che avanza. Il meglio Arriva dopo i quaranta. Non posso dargli torto.

Museo del Risorgimento:

Domenica 18 Novembre

ore 17 Il bigottismo italiano. Mi sembra ora di cambiare.

Palazzo Reale:

Domenica 18 Novembre

I segreti della cena perfetta. Lasciatemi lì, tra cibo e cucina.

Terminiamo la selezione degli appuntamenti con gli eventi offerti da due teatri:

Teatro Dal Verme:

Sabato 17 Novembre

ore 10 Music generation. Sulle note delle pagine di un libro. Vinili e libri, un amore condiviso. Perché libri e musica fanno parte della stessa colonna sonora!

ore 18 Le disavventure dei più celebri musicisti e attori finiti agli arresti. Anche i ricchi piangono e un po’ di gossip dopo tanta cultura ci sta benissimo.

Domenica 18 Novembre

ore 14 Lo sposo che (non) scappa. Consigli utili per irriducibili scapoli. C’è Federico Baccomo! Basta lui.

Teatro Franco Parenti:

Venerdì 16 Novembre

ore 18.30 Tutti gli strumenti che il digitale ci mette a disposizione per lavorare, comunicare ecc ecc. Anche se li padroneggiamo ormai quasi tutti abbastanza bene, un ripasso non fa mai male.

Sabato 17 Novembre

ore 10.30 Una vita è i suoi libri. Se ci sono libri che ci cambiano la vita, è perché sono in grado di svelarci il segreto che è racchiuso in noi, di far risuonare l’enigma che ciascuno di noi è per se stesso. Con Massimo Recalcati!

ore 17 Gli individui e la società social. “Rancore” deriva da “rancido”. Se c’è trascuratezza, tutto va in malora, la frutta marcisce, il latte caglia e la carne irrancidisce. Il rancore, quando diventa significante di un movimento interiore, è un qualcosa che guasta la relazione con gli altri. I deliri radiali sono una delle espressioni cliniche del rancore: delirio di rivendicazione, di gelosia, delirio paranoico. Perché il rancore? già, perché? Mi piacerebbe che qualcuno desse risposte sensate.

Ed ecco la mia ultima proposta sempre al Parenti:

Domenica 18 Novembre

ore 11. Mara Maionchi e Rudy Zerbi si interrogano sulla funzione educativa dello sbagliare. “Il mondo si divide in purosangue e somari. I purosangue sono dei fenomeni naturali, ma sono pochi. Poi ci sono tutti gli altri, ci siamo noi: carini, non belli, bravi, non straordinari. Gente a cui non riesce tutto al primo colpo, e che deve anche abituarsi a prendere qualche no e qualche batosta, nella vita. Ma anche i somari, quando vogliono, possono arrivare lontano. L’importante è provare e riprovare. E non arrendersi mai” Imperdibile!

 

Per concludere: spero che questa guida oltre che di piacevole lettura vi possa essere utile in questi giorni di grande fermento culturale. Per la descrizione di alcuni eventi mi sono attenuta tramite virgolettato alle descrizioni riportate dal sito ufficiale di Bookcity, per altre sono andata a ruota libera.

Buon weekend e un pieno di libri a tutti!

 

 

Credit immagine di copertina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine di copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.